Lo accetti un dono?

 

Sì, uno vero, speciale, che mi rappresenta totalmente. In questo dono c’è un pezzo della mia vita, vissuta e condivisa con tantissime altre persone: fantastico!!!

contacts-iconDa quando ho pubblicato l’ebook La Ricetta delle ricette, ho iniziato il tour di presentazione del progetto. In quest’ultimo anno sono stato a Bari, Brescia, Roma e Udine, rigorosamente in ordine alfabetico.

A dire il vero, a Roma sono stato due volte: la prima quando ho convocato i miei “amici”, i collaboratori che hanno condiviso con me la stesura dell’ebook e la realizzazione del progetto. Li ho invitati a partecipare a una specie di happening di apertura del tour, una sorta di prova generale della presentazione RDR con concerto finale!!!

Ancora oggi, chi ha partecipato ricorda le emozioni piacevoli di quella serata. Sono molto contento di aver vissuto questa esperienza indimenticabile.

Sì, certo, puoi vedere il video, ma credimi, non è la stessa cosa!

 

L’ESSENZA DEL PROGETTO RDR

Magic-iconPer circa un anno ho presentato il progetto RDR a svariate decine di imprenditori, o aspiranti tali, di tutte le categorie, età, sesso, ecc. – i miei amati Artigiani del Gusto, quei professionisti del mondo del cibo che hanno la voglia di mettersi in gioco e di continuare a vincere la sfida che il mercato offre loro. Già, perché la competizione, specie in questo momento, è una grandissima opportunità! Te ne sei accorto?

La continua trasformazione è l’essenza del mio progetto e prevede l’evoluzione da Eccellente Professionista a Imprenditore Eccellente. È quello che, nella mia presentazione, esprimo con la frase di Made in Jail: “O t’elevi o te levi!”

Sapessi quante volte ho incontrato persone che hanno perso la voglia di guardare avanti, di salire di livello, di credere in ciò che fanno. E continuo a incontrarle ancora oggi: gli scettici, i catastrofisti, i “mi lamento a prescindere” o – e sono i peggiori – “piuttosto che cambiare, chiudo!”

Fortunatamente esistono anche e soprattutto quei Professionisti che sanno di non poter dilapidare il patrimonio gastronomico che li rappresenta e fa di loro una delle poche eccellenze di questo paese.

I loro valori sono forti e, se a volte traballano, è anche perché spesso sono soli e tartassati da mille incombenze e dalle tante competenze che debbono acquisire per fare impresa.

La loro energia deriva anche da un fatto molto semplice: sentono la responsabilità di offrire alla propria clientela un prodotto e un sistema di impresa che parla di qualità, di passione, di etica, e che li rende unici nel panorama del cibo.

Anche di questo si è discusso nelle diverse presentazioni del progetto RDR; il solo fatto di potersi confrontare con altre esperienze e di toccare con mano la possibilità di un miglioramento reale e realizzabile, ha contribuito a rafforzare in ognuno dei partecipanti agli RDR Live il desiderio di mettersi in gioco.

EVOLUZIONE CONTINUA… COME L’AMORE!

bag-iconQuesto risultato – lo dico con molto coinvolgimento e con orgoglio – è proprio quello che mi aspettavo. I piccoli e grandi imprenditori con cui mi sono confrontato mi hanno fatto comprendere quanto sia importante crescere e migliorare in questo momento.

 

Soprattutto nelle relazioni.

È proprio vero, alla base della trasformazione c’è lo sviluppo delle relazioni: quelle con i clienti, i fornitori, i collaboratori, i consulenti, che possono rappresentare il vero salto di qualità dell’impresa.

Mettere al centro del proprio percorso di trasformazione il cliente è la regola numero 1, quella che offre maggiori garanzie di successo. È un po’ come quando ci si innamora: c’è un propulsore eccezionale, l’amore, che ti fa muovere come un “pazzo” per dare all’altra persona tutto ciò di cui sei capace. E quindi attenzione, ascolto, premura, coccole, desiderio, voglia di stupire, lealtà, ecc. Non ultima, la parola magica: FIDUCIA! Comprendere il desiderio reciproco di essersi scelti, per un periodo più o meno lungo, che può essere anche la vita…

I temi del cliente, della passione e della fiducia sono molto trattati nella presentazione del progetto RDR, perché sono in grado di cambiare la prospettiva del processo di trasformazione. Proprio come quando ci si innamora. Per te esiste qualcosa di più potente dell’amore? Per un’impresa esiste qualcosa di più importante del cliente?

frecce

 

LE MOTIV·AZIONI PER LA TRASFORMAZIONE

Quali altre possono essere le motivazioni per costruire giorno per giorno una trasformazione nella propria attività professionale ed economica? Vediamo quelle essenziali:

  • Rifocalizzare lo scopo della propria impresa.
  • Individuare nuove opportunità e strategie.
  • Non accontentarsi di ciò che accade.
  • Startuppare nuovi progetti imprenditoriali.
  • Migliorare le relazioni e la comunicazione, interne ed esterne.
  • Kickoffare, finalmente, e iniziare a mettersi in gioco.
  • Costruire e fidelizzare la Grande Squadra (clienti, fornitori, collaboratori, consulenti, ecc.).
  • Togliere di mezzo i lamenti e l’irresponsabilità.
  • Mettere in atto il processo di miglioramento continuo.
  • Spingersi dentro la sfida con consapevolezza e coraggio.
  • Raggiungere i risultati desiderati.
  • Mantenere alta la marginalità dell’impresa.
  • Assicurarsi un presente e un futuro migliori.
  • Essere pienamente soddisfatti.
  • Godersi la vita, professionalmente ed economicamente!

A un certo punto della presentazione, appare sullo schermo Willy il Coyote con un cartello in mano con scritto: HELP. Già, scriverlo è facile, ma come si fa?

frecce

LO SCHEMA DEL PERCORSO

I sette passi della trasformazione ricalcano sostanzialmente questo schema:

metodo-rdr
QUESTO
È IL METODO RDR

Guarda questo video

Semplice, facile, applicabile in ogni impresa del settore gastronomico, replicabile, affidabile, che si “installa” sostanzialmente con 3 passi:

standard + schema + sistema

Il progetto prende forma attraverso diversi strumenti:

  • Ebook e supporti multimediali
  • Corsi live e video
  • Consulenze live o su piattaforma digitale
  • Progetti personalizzati

Alcuni di questi strumenti sono già a disposizione proprio in questo portale; altri lo saranno nei prossimi mesi. Seguici e vedrai che troverai il percorso più adatto alle tue esigenze… Se preferisci il contatto umano, possiamo sempre incontrarci in uno dei tantissimi contesti formativi o crearne uno specifico solo per te. Perché tu sei irripetibile, e questo lo so bene!

 

COLLABORAZIONI E PROGETTO PLURALE

tea-plant-leaf-iconÈ evidente che il percorso non può essere portato avanti da una sola persona. Come dico nelle presentazioni, sono certo di avere in squadra una serie di collaboratori e di strumenti veramente eccellenti e performanti, in grado di assicurare il successo del tuo progetto. A cominciare dall’ebook, scritto con i contributi di otto tra i migliori professionisti del nostro settore.

Il progetto RDR è plurale, fatto di prestazioni professionali ad hoc per raggiungere i risultati desiderati dal cliente. Ecco perché si parte dalla definizione dei risultati desiderati: stabilire gli obiettivi è il presupposto per lo sviluppo della collaborazione.

Ehi, un momento: non ho mai promesso miracoli, non cammino sull’acqua e non credo nei fenomeni soprannaturali. Credo fortemente nella capacità di ogni singola persona di trasformare la propria vita e di indirizzarla verso la direzione voluta.

user-group-iconL’Impresa Eccellente è il frutto della volontà comune e condivisa di una Grande Squadra di persone. È fatta di lavoro continuo, di applicazione costante e di processo di miglioramento infinito. Poi ci vuole anche il Fattore C… e sono consapevole di questo!

In un mondo che mira più alle divisioni che alle condivisioni, questo modo di lavorare è difficile da sostenere. Non ho mai detto che sia facile: certamente è possibile e le testimonianze ci sono in tantissimi settori, a qualunque latitudine e longitudine, molto spesso nate dall’intuizione di una persona e dal lavoro di molte.

 

INIZIA IL VIAGGIO VERSO LO STATO DESIDERATO

Chalkboard-Diagram-iconAuguro a tutti di avere la fortuna di essere costantemente in contatto, reale e continuo, con “ambienti” che si elevano e si trasformano in poco tempo e con notevoli soddisfazioni. Già, perché alla base di tutto c’è la voglia di mettersi in gioco e “trasferirsi” nello stato desiderato.

Le resistenze maggiori che ho incontrato finora sono legate principalmente alla diffidenza e alle convinzioni del leader, di quella persona cioè che ha la responsabilità di indicare il viaggio da compiere per raggiungere la destinazione desiderata. È vero, nel 98% dei casi il vero problema risiede nella testa del leader: il resto sono solo barriere costruite ad arte per avvalorare una o più paure: le cosiddette autolimitazioni. E con la paura non si va da nessuna parte!

Ora ti invito a metterti nei panni del leader che c’è in te e a chiederti: è proprio questo ciò che voglio?

E subito dopo la tua riflessione, leggi questa frase:

LASCIA CHE IL SOGNO SI AVVERIMagic-icon

Il dono che ti offro è ciò che ha fatto vivere il mio sogno in questi ultimi mesi. Credimi, la forza dei sogni è veramente inarrestabile, soprattutto quando è sostenuta da una grande passione e dalla volontà di raggiungere i risultati desiderati. Tu ne sai qualcosa, giusto?

Spero che questo mio dono ti piaccia.

Se vuoi, fammi sapere cosa ne pensi. I tuoi suggerimenti sono sempre ascoltati, con il cuore.

Un abbraccio

Filippo

filippo rec digital.jpg

 

Ah, dimenticavo!

Actions-document-sign-iconLo so che è contro le regole della formazione.

So anche che non è la stessa cosa leggere un documento e partecipare a un evento RDR Live. A volte la trasformazione può essere incentivata da una piccola azione. Questo è il senso del mio dono: spronarti ad agire.

Cosa aspetti?

 

0