LA COLLABORAZIONE CON LA RIVISTA IL PANIFICATORE ITALIANO

La notizia è questa: la prestigiosa rivista Il Panificatore Italiano da settembre inizia la collaborazione con la Ricetta delle ricette e con il sottoscritto.

Cosa vuol dire? Certamente che possiamo avere uno scambio di opinioni e di autorevoli punti di vista con quegli Artigiani del gusto che tutti i giorni si occupano di creare il pane. Già perché il pane è proprio un’arte, e se mi permettete una nobile arte.

Dai primi contatti, sento di poter dire che l’obiettivo comune è unire le forze per sollecitare un’inversione di tendenza che punti a valorizzare il patrimonio professionale italiano che è presente nel settore della panificazione. Così come lo è l’opportunità di far crescere il settore artigianale che tanto può dire e dare ai clienti ed ai consumatori.

Il Panificatore è edito dalla Reed Gourmet, la casa editrice che pubblica diverse riviste specializzate legate all’alimentazione http://www.reedgourmet.it, e che da sempre parla ai suoi lettori di qualità, di etica, di passione e di possibilità di crescita professionale ed aziendale. Mi è sembrato di incontrare un gruppo sullo stesso cammino, verso la stessa meta.

Certo le finalità sono diverse e anche le professionalità. Ma questo aspetto non può far altro che accrescere la possibilità per i lettori di accedere a più punti di vista, a più informazioni, a più notizie che possono aiutarlo nella scelta.

La collaborazione prevede, tra le altre cose, la partecipazione ad alcuni eventi che progetteremo e realizzeremo insieme. Scusate, ma questo per me è motivo di grande orgoglio!

Quindi per chi vuole approfondire alcuni temi legati all’evoluzione dell’impresa di panetteria artigianale, il mio consiglio è di non perdervi gli articoli che usciranno nella rubrica da me guidata su Il Panificatore Italiano, a partire da settembre prossimo.

Vorrei ringraziare Atenaide Arpone, giornalista e collaboratrice della Reed Gourmet, e mi auguro di poter ospitare un suo intervento quanto prima.

Bene non perdiamoci di vista anche su Il Panificatore Italiano.

Ti aspetto.

Filippo Scarponi

0