EMOZIONARE IL CLIENTE

Cosa c’è di più importante di soddisfare un cliente?

Emozionarlo, fargli vivere un’esperienza nuova ed intensa, sorprenderlo.

E cosa c’è di più importante nella vita di ogni azienda e di ogni professionista?

Rinnovare costantemente la fiducia dei propri clienti.

Lo spazio di questa rubrica è dedicato alle storie, alle testimonianze dirette, ai consigli, ai dettagli per catturare la fiducia dei propri clienti. È uno spazio aperto al contributo di quanti vogliono confrontarsi su questo tema, fondamentale per la vita di ogni azienda.

So bene che non tutti se la sentono di scrivere in un portale e “mettersi a nudo”; se vuoi puoi sempre usare l’indirizzo e-mail che è privato e dove ti garantisco la più assoluta riservatezza.

Voglio che tu sappia che il tuo parere per me è fondamentale così come lo sono le critiche ed i suggerimenti.

Partiamo dall’inizio: chi è il mio cliente? Cosa vuole da me? Perché dovrebbe preferirmi? Cosa fa la mia azienda per fargli capire quanto è importante per me?

Queste quattro domande sono le fondamenta del nostro percorso. Se riuscissimo a comprendere fino in fondo chi sono i clienti e cosa si aspettano, forse saremmo in grado di sorprenderli, di stupirli, di emozionarli e di rinnovare costantemente la loro preferenza.

Ecco il primo racconto.

Diversi anni fa, abbastanza da non ricordarli, vado a cena con degli amici in un ristorante stellato, in Maremma. Sono ospite di Clara e di Manlio ma non per questo posso perdere il gusto e la curiosità. Se vi dovesse capitare di invitarmi a cena a pranzo o a prendere un caffè, sappiate che generalmente vi portate dietro una persona che fa molte domande. Entriamo, locale accogliente, luci giuste, straordinario l’arredamento, la tavola, la tovaglia, le posate i bicchieri, poltroncina molto comoda.

Niente musica (l’adoro) e nonostante il locale pieno ambiente riservato ed accogliente. Personale giovane e dinamico, sorridente ed attento. Noi siamo in sei, e dopo le presentazioni ed i saluti – Clara e Manlio sono amici con i titolari – ci accomodiamo. Arrivano i menù e in quel momento mi accorgo di essere senza occhiali. Da poco tempo ne facevo uso per leggere e non mi ero ancora abituato a portarli con me. Accidenti se c’è una cosa che amo è leggere i menù e la carta dei vini ed in quel posto mi sarei perso qualcosa di importante.

Esclamo: “Accidenti ho dimenticato gli occhiali!” Manlio nel suo accento toscano/romanesco mi invita ad usare i suoi; provo ma la mia vista peggiora.In quel momento si avvicina la “fata di sala” che sorridente mi dice: “Prego Signore, provi questi”. Con immenso stupore e piacere mi porge un piccolo vassoio di portata dove sopra un tovagliolo bianco ci sono 10 paia di occhiali diversi. E pazientemente aspetta lì, sorridente, al mio fianco fino a quando non trovo quelli che vanno bene per i miei occhi.

Poi sono arrivati i ravioli ripieni all’olio d’oliva (ricetta studiata tre anni, il vero motivo della mia visita guidata), i vini, la cantina, la cucina, … una serata straordinaria impreziosita da un piccolo gesto.

Quanto vale quel gesto? Chi sa rispondere ad una domanda del genere? Cosa avrei perso quella sera se non avessi ricevuto quel mirabile dono? Questi dettagli, piccoli gesti, sottili premure, secondo me, fanno parte di quelle attenzioni che rendono un servizio, un prodotto, un’azienda unica ed incomparabile.

Quanti hanno il loro “vassoio di occhiali” per emozionare i loro clienti?

Nella mia borsa degli attrezzi ne tengo diversi e cambiano a seconda della tipologia di clienti che mi trovo di fronte. Li metto a disposizione insieme al mio network per rendere questo settore un mondo migliore dove vivere.

Ti piacerebbe farmi sapere cosa ti entusiasma? Raccontami la tua storia, ora qui in questo spazio dedicato a te. E se non vuoi renderla pubblica, puoi sempre inviarmela alla casella di posta elettronica…

Tengo molto ai lettori ed ai clienti credo si sia capito! Per quelli che vogliono saperne di più e mettersi in gioco fino in fondo suggerisco un ulteriore passaggio.

 

Nei corsi che teniamo il cliente è sempre al centro dell’attenzione: nasce tutto da lì e rappresenta il 100% del nostro lavoro. Ce n’è uno in particolare che vorrei segnalarti; è quello che parla della CUSTOMER EXCELLENCE (lo trovi nella sezione dei corsi), che è tenuto da Lilia Pavone e da me. È la quintessenza di cosa intendiamo per andare oltre la soddisfazione del cliente: emozionarlo, stupirlo, sorprenderlo, fargli capire quanto è importante!

Sono due giorni pieni di presentazioni, ricerche, esercitazioni e giochi che ti saranno utili per:

  • identificare la tipologia del cliente 

  • cambiare l’approccio in maniera sistematica

  • selezionare le strategie più efficaci

  • sprigionare la tua creatività

  • acquisire tecniche e strumenti incisivi

  • applicare immediatamente le strategie più idonee alla tua clientela

  • condividere con la tua squadra

  • emozionare i tuoi clienti

Beh, cosa aspetti, vai nella sezione dei corsi e vedi se trovi ancora la promozione che fa al tuo caso.

Altrimenti torna a visitarci: potresti vincere un posto in prima fila!!!

Ti aspetto, non mancare

0