DA PROFESSIONISTA A IMPRENDITORE ECCELLENTE

L’occasione mi è data dal progetto realizzato da ALIMENTA ITALIA, la scuola di Lodi  che si occupa di formare i Professionisti degli alimenti al ruolo di Imprenditori. Per approfondire meglio il concetto ed i percorsi ti segnalo il loro sito www.alimentaitalia.org

Il progetto prevede approfondimenti sulle diverse conoscenze di varie discipline: dalla merceologia al trattamento dei cibi, dall’igiene alla prevenzione, dai valori nutrizionali alle tecnologie di preparazione e conservazione dei cibi e, non ultimo, alla costruzione di un’impresa alimentare. Da qui la collaborazione che è nata e che vede il suo esordio il prossimo 31 ottobre – nella pagina dedicata ai corsi ed eventi trovi i dettagli.

Sì perché l’argomento che andremo a trattare con gli allievi, che sono tutti professionisti affermati, è imprescindibile per chi vuole costruire un’attività di successo. Come può un professionista del settore acquisire gli strumenti che gli consentano di diventare il leader della propria azienda di successo?

Il quesito nasce da una constatazione evidente: con la sola passione e con la grande professionalità non sempre si riesce a realizzare un’attività di successo: quello che generalmente manca è la capacità di creare, formare e gestire un insieme di risorse che diamo concretezza al progetto di impresa. Già la vera domanda è del tipo HOW TO…?

Ecco quindi che, una volta costruite le solide basi professionali per la gestione dei processi produttivi – imprescindibili da qualunque altro aspetto – si passa all’apprendimento di tutti quelle conoscenze necessarie per costruire l’impresa di successo.

Naturalmente si parte dall’elemento fondamentale per ogni impresa: il cliente!!!

E’ vero a volte lo si dà per scontato, ma soprattutto nei momenti di crisi come quello che stiamo attraversando, questa certezza vacilla terribilmente. Allora in ogni start-up di un’attività ci deve essere il cliente, così come bisogna inserirlo al centro di qualsiasi progetto evolutivo, di trasformazione, di cambiamento. Un’Azienda Eccellente punta a trasformare la sua relazione con il cliente in Customer Excellence, concetto che viene da anni ed anni di osservazione e di mutamenti dei modi di interagire cin i clienti stessi.

Il secondo aspetto che viene trattato è la costruzione del brand, un “oggetto” ben più ampio del marchio del logo e della comunicazione. Il prodotto che viene venduto fa parte del brand, e fino a qualche tempo per le imprese alimentari – soprattutto per le piccole e medie – era tutto lì. Oggi il mercato si è evoluto e per trasmettere il proprio messaggio “per far sentire la propria voce”, il prodotto da solo non basta più. Occorre costruire un messaggio forte, chiaro e coerente che sia riconosciuto in ogni aspetto della relazione con il cliente. Questa tecnica è conosciuta con quel termine orribile che è brandizzare, al quale, come spesso capita, non si riesce a trovare l’equivalente parola italiana.

Al di là della parola, il percorso che viene proposto non è solo teorico, anzi. Durante il percorso il professionista porta le sue idee e le trasforma in obiettivi, priorità, strategie, progetti, ecc. in modo semplice e replicabile. Gli strumenti che vengono messi a disposizione sono frutto di anni di esperienze e di risultati ottenuti da tantissimi altri colleghi.

Quelli che vogliono trasformarsi da Professionista Eccellente a Imprenditore Eccellente nel settore alimentare hanno certamente il loro percorso da fare – il Progetto RDR – e da oggi anche la loro scuola.

Filippo Scarponi

0